Amarore di Alessandro Ghignoli

Pubblicato il 26 aprile 2010 su Recensioni e Segnalazioni da Adam Vaccaro

Amarore di Alessandro Ghignoli, Kolibris Edizioni, 2009

Rosa Pierno

Non chiusa la costruzione frasistica, le proposizioni restano in sospeso, aggettanti, sporte nel vuoto creato dal mancamento non solo della volizione, ma della stessa possibilità di costruire definizioni, mentre realtà di conseguenza resta altrettanto drammaticamente sfilacciata. E’ naturale che una simile forma faccia uso di un uso sapiente e originalissimo di costrutti ipotetici, di gerundi,di prelievo aggettivale, di ripescaggio lessicologico, di tempi verbali genericamente non accordati al soggetto, i quali solo stratificandosi costituiscono la pur solida base d’appoggio con cui affacciarsi nel baratro.

Continua a leggere »

HEMINGWAY, al Teatro Filodrammatici.

Pubblicato il 25 aprile 2010 su Resoconti da Adam Vaccaro

HEMINGWAY, al Teatro Filodrammatici.

Di Patrizia Gioia

Ci sono autori a cui sono stata a debita distanza. Una difesa dalla forza del fuoco che in quei libri sentivo divampare, certo sapevo di perdere molto, ma mi bastava la vita a cui dovevo farefronte. Anche i miei devi avevano un basta.

Hemingway era per me come uno di quegli uomini che ti si fa davanti e ti apre l’impermeabile e te la fa vedere nuda e cruda la vita. Ci vogliono gli anni per farsene una ragione della vita, ci vogliono sul tuo corpo almeno qualcuna di quelle ferite che lui ti mostra, averli attraversati quei campi di battaglia, esserti trovato con gli occhi negli occhi del nemico.

Continua a leggere »

Reportage di Alberto Masala

Pubblicato il 25 aprile 2010 su Resoconti da Adam Vaccaro

Diario di viaggio di Luciano Troisio

Pubblicato il 25 aprile 2010 su Resoconti da Adam Vaccaro

Nyaungshwe (Lago Inle, Myanmar), 16 dicembre 09 – Diario di viaggio di Luciano Troisio

Ho passato una settimana a Nyaungshwe, cittadina del Myanmar, fresca, a 900 metri di altezza, punto di partenza per visitare il Lago Inle, lungo 22 chilometri e largo circa 10. Ci sono molti monasteri e pagode, i villaggi su palafitte sono 17, le coltivazioni di ortaggi e fiori galleggiano su un’acqua piuttosto bassa.

[Nota: Nyaung significa banano, forse anche bananeto; Shwe significa oro. Ecco perché molte pagode hanno un nome che inizia così. Credo che Shwe sia collegato al prefisso thai Suv che significa oro. Il nuovo aeroporto di Bangkok si chiama (traslitterato secondo le regole italiane) Suvannabumi che significa letteralmente “Terra d’oro”. (Le uniche nazioni asiatiche che usano l’alfabeto latino sono: Turchia, Vietnam e Indonesia. In tutti gli altri casi bisogna traslitterare alla meglio da altri alfabeti o ideogrammi).]

Continua a leggere »

CALPESTARE L’OBLIO

Pubblicato il 19 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

Associazione Culturale Milanocosa

Con la collaborazione dell’Associazione La Conta

presenta

sabato 24 aprile, ore 17,00-19,30

al Salone Di Vittorio – CGIL di P.zza Segesta 4 – Milano

CALPESTARE L’OBLIO

Poeti contro le minacce alla Costituzione

per i valori della Resistenza e della memoria repubblicana

e-book antologico di poesia e presenza civile

http://www.unita.it/file/272_oblio.pdf

curato da Davide Nota e Fabio Orecchini

partecipano tra i poeti inseriti nell’antologia:

Annelisa Addolorato, Viola Amarilli, Roberto Bacchetta, Alberto Bellocchio, Franco Buffoni, Raimondo Iemma, Fabio Orecchini, Giovanni Peli,

Continua a leggere »

Materiali menti e mondi-G.M. Poesia 2010 – Adam Vaccaro

Pubblicato il 15 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

Materiali menti e mondi-G.M. Poesia 2010 – Aky Vetere

Pubblicato il 15 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

Omaha

Guernica aveva il cavallo bruciato nel rogo nemico.

Un urlo segreto tracimava lungo il dolore

ben oltre le rive del quadro.

Omaha, non consegna l’orrore della guerra;

la sabbia gialla, cancella l’arcano lumescente

quando la marea chiude allo schiumare del giorno.

Il buio è il grido

dove la morte danza all’orizzonte di croci.

E la luna questa sera aiuta molto.

Potevamo riparare dietro le quinte

di una tragedia e dimenticare.

Ma tutti tacevamo, perché come loro

avevamo attorno al corpo

un filo spinato che faceva male.

Continua a leggere »

Materiali menti e mondi-G.M. Poesia 2010 – Annamaria De Pietro

Pubblicato il 14 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

Orfanaggio

I senzapadre assaltano il vivaio

del palazzo d’inverno. La locusta

la cavalletta intanto

si abbatte e atterra fragorosa a un sasso

e poi di fianco rode il grano

resecando dal basso

là dove sparse una mano l’impianto.

Le senzamadre non ritrovano i bottoni

da ricucire a una giacca che piú volte

già venne aperta e voltata

e la rabbia degli aghi hanno negli occhi.

E frattanto una stella

sola e dispersa in un cielo a vento,

dispersa e sola in un cielo in guerra,

quanto sola e dispersa

la senzanavi la senzafrusta

Continua a leggere »

Materiali menti e mondi-G.M. Poesia 2010 – Anthony Robbins

Pubblicato il 14 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

Materiali menti e mondi-G.M. Poesia 2010 – Gabriela Fantato

Pubblicato il 13 aprile 2010 su Eventi Milanocosa da Maurizio Baldini

DaQuaderno di soli nomi (TorinoPoesiaEdizioni, Torino, 2010)

La città sparita

I.

Una donna guarda a sud e cresce

muschio ai suoi fianchi.

Carezzo la sua testa dall’alto

senza vedereil viso,

l’onda della fronte

– questo è il posto, il punto dell’incontro,

dimmi, nella lontananza

dei nomi ?

La donna ha perso la direzione,

le caviglie battono una danza d’africa.

Le nuvole mormorano

un certo sentito dire

– viaggio scordato in una disciplina

di lacrime ficcata nel nome.

Prima o poi verrà il grecale

Continua a leggere »