Giampiero Neri – Via provinciale

Pubblicato il 28 novembre 2017 su Recensioni e Segnalazioni

Giampiero Neri, Via provinciale, Garzanti, Milano 2017.

Descrizioni, riflessioni brevi, atti unici, ricreazioni del destino, pervasi da una limpida ma cocente ironia e autoironia. Si tratta soprattutto di rievocazioni, in cui predomina la dimensione di un passato quotidiano e del suo microcosmo: piazzette, negozi di drogheria, aule di una piccola ma fervida scuola magistrale, cucine, salotti senza pretese, abitati da maestri, sarti, professori, ma anche classici della letteratura (soprattutto romanzieri e scienziati: Cechov, Grossman, Fenoglio, Manzoni, Fabre). Un mondo di provincia, come suggerisce il titolo, ma senza compiacimenti decadenti o abbandoni crepuscolari.
C’è la conferma di un’incisività del sermo brevis, con la consueta maestria nella prosa poetica, che ha il potere di farci intravedere un’altra dimensione, isolando e collegando ciò che di visionario c’è nella realtà presente con ciò che di reale c’è nel visionario.
Un esempio per tutti il testo n.36:

«Quel corpo gigantesco di donna, sdraiato seminudo
nel giardino, sembrava piovuto dal cielo.
Era la badante ucraina di una vicina di casa, che prendeva il sole.»

Rinaldo Caddeo

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Adam (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Benvenuto

Sei sul sito di Milanocosa, l'associazione culturale che svolge attività di promozione culturale secondo criteri di ricerca interdisciplinare con l'obiettivo di favorire la circolazione e il confronto fra linguaggi, ambiti e saperi diversi, spesso non comunicanti tra loro. - Libri

Commenti recenti