Europa

Europa attuale e cleptocrazie

Pubblicato il 7 novembre 2013 su Saggi Società

L’Europa attuale sta ripercorrendo analoghe derive – inappellabili per le armate ideologiche e finanziarie neoliberiste – che condussero negli anni ’30 agli sbocchi tragici del nazifascismo e della guerra. E’ una forma di Europa dominata da poteri istituiti senza alcuna legittimazione democratica e di cui l’economia tedesca è con crescente evidenza il perno centrale. Sono poteri avvolti da pletoriche istituzioni elettive che diventano sovrastrutture supine, cui è concesso l’arricchimento lecito e illecito, quale compenso della loro funzione di copertura. Tale Europa non combatte caste e corruzioni (di cui l’Italia è prototipo apicale), non unisce ma accentua disgregazioni e divisioni nazionalistiche che, senza radicali cambiamenti, non potranno che portare a crescenti disparità tra aree, nazioni e classi sociali, con ignobili impoverimenti dei più e presupposti di barbarie di ogni tipo.

Continua a leggere »

La Grecia e l’Europa

Pubblicato il 15 febbraio 2012 su Temi e Riflessioni

LA DIGNITÀ DEI GRECI, L’INFAMIA DELL’EUROPA, IL SILENZIO DEGLI INDIGNADOS.

Continua a leggere »

Documento degli economisti

Pubblicato il 25 novembre 2011 su Temi e Riflessioni

RIFLESSIONI INATTUALI

Pubblicato il 11 novembre 2011 su Saggi Società

Nel turbinio economico-politico in atto, in cui l’Italia – grazie ai disastri del pagliaccio di Arcore e alle carenze di tutta la casta politica – è sempre più pedina di potenti manovre finanziarie e di mediocri burattinai europei, alias Merkozy di turno, si pone il problema del che fare per chi riflette criticamente (con un pensiero altro dalle logiche dominanti) su ciò che accade, in mancanza di referenti politici affidabili.

Continua a leggere »

UNA LETTERA DA STRACCIARE

Pubblicato il 31 ottobre 2011 su Saggi Società

UNA LETTERA DA STRACCIARE

Con la lettera di Berlusconi a Bruxelles è stato imposto un nuovo giro di vite contro pensionati e lavoratori italiani. Queste manovre economiche oltre ad essere inique sono pure inutili: insistendo infatti con le cosiddette politiche di “austerità”, la domanda di merci, la produzione, l’occupazione, i redditi e quindi anche le entrate fiscali si ridurranno ulteriormente, per cui diventerà sempre più difficile rimborsare i debiti. In questo modo si scivola verso la recessione e la depressione economica, che comporta un calo del prodotto interno lordo, e alla fine il rapporto debito/pil sarà addirittura aumentato, e anziché contrastare la speculazione finanziaria, si finirà per alimentarla. È proprio a causa di tali politiche che la Grecia è già tecnicamente fallita, e proseguendo lungo questa via anche l’Italia, col Portogallo e la Spagna, finirà per incamminarsi verso un inesorabile default

Continua a leggere »

Il debutto europeo della Tobin Tax

Pubblicato il 10 ottobre 2011 su Saggi Società

L’EUROPA DI MAASTRICHT E QUELLA DEI POPOLI

Pubblicato il 30 settembre 2011 su Saggi Società

L’EUROPA DI MAASTRICHT E QUELLA DEI POPOLI

Continua a leggere »

C’è un tesoro a Bruxelles

Pubblicato il 9 giugno 2009 su Saggi Società

Benvenuto

Sei sul sito di Milanocosa, l'associazione culturale che svolge attività di promozione culturale secondo criteri di ricerca interdisciplinare con l'obiettivo di favorire la circolazione e il confronto fra linguaggi, ambiti e saperi diversi, spesso non comunicanti tra loro. - Libri